Recensione Amazfit GTR 42 e 47mm – Lo sportwatch con stile

Sponsor

E’ uno degli sportwatch più richiesti del 2019: Amazfit GTR!

Anche quest’anno è tempo di novità in casa Huami, la società che produce la celebre Mi Band di Xiaomi. Dopo aver presentato la variante Lite di Bip e Verge, è stato anche presentato Amazfit GTR, il suo sportwatch medio gamma, secondo solo alla serie Stratos.

Le peculiarità della serie GTR è quella di garantire ottime prestazioni lato fitness, legate ad una super durata della batteria.

Scopriamo insieme come va nella recensione completa


Amazift GTR: Scheda tecnica

  • Formati disponibili: 47 mm o 42 mm
  • Dimensioni display: 1,38″ / 1,32″, 354 x 354 px – 326 ppi
  • Tecnologia Display: AMOLED con vetro Gorilla Glass
  • Materiali: acciao/alluminio/titanio + plastica
  • Cinturino: pelle + silicone
  • Batteria: 410 mAh
  • Sensori: PPG BioTracker TM, accelerometro, monitoraggio sonno, giroscopio, pressione atmosferica, luminosità
  • Impermeabilità: 5 ATM
  • Bluetooth 5.0
  • Sistema operativo: proprietario
  • Localizzazione: GPS + Glonass
back to menu ↑

Unboxing e Design

La confezione contiene:

  • Smartwatch Huami Amazfit GTR
  • Base di ricarica magnetica
  • Manualistica

back to menu ↑

Design

L’Amazfit GTR è elegante, sofisticato e sportivo allo stesso tempo. Il quadrante è tondo con un corpo in acciaio inossidabile o alluminio (quest’ultimo nella versione testata) ed è disponibile in 2 versioni: 42 o 47mm di diametro. Una delle cose che ho più amato di GTR è la sua leggerezza, la versione più grande pesa meno di 40 grammi mentre la 42mm solo 29 grammi: davvero una piuma. L’orologio è estremamente comodo da indossare per lunghe ore e il materiale del cinturino (in silicone, con finiture in finta pelle nella versione da 47mm) non provoca sudorazione o irritazione della pelle. Comunque, è possibile cambiare il cinturino con un qualsiasi modello 22 mm con sgancio rapido.

Le linee e la costruzione rendono questo smartwatch perfetto per essere indossato anche in occasioni più “formali” e non necessariamente relative a sessioni sportive.

Sul lato destro del quadrante sono posti due tasti fisici, uno superiore ed uno inferiore. Premendo il primo si potrà attivare/disattivare lo schermo (pressione breve), tornare indietro o spegnere completamente il dispositivo (pressione di 5 secondi).

Il pulsante inferiore è invece personalizzabile tramite le impostazioni: per esempio, si può impostare la sua pressione per la lettura delle notifiche, un allenamento oppure la gestione dei controlli musicali.

back to menu ↑

Display

Parliamo ora del display AMOLED montato su Huami Amazfit GTR.  Come scritto sopra troviamo il GTR in due versioni. Nello specifico, la versione da 47 mm ha una diagonale di 1,39″, mentre quella da 42 si ferma a 1,32″.

Anche la risoluzione cambia in base alle dimensioni: la versione più grande ha una risoluzione di 454 x 454 px, contro i 390 x 390 px del modello più piccolo. Resta simile invece la densità di pixel: 329ppi. Si tratta di una unità molto bella e definita.

Buona la luminosità, anche alla luce del sole. Fatica leggermente nei cambi repentini di luminosità, ma la gestione è discreta grazie al sensore di luminosità integrato.

Il touch presenta una discreta reattività, anche se il firmware montato rende la navigazione un tantino macchinosa e non sempre fluida.

Difetti comunque perdonabili, viste le funzioni offerte ad un prezzo più che competitivo.

Con uno degli ultimi aggiornamenti è stata anche introdotta la funzione always-on display. Tale feature è molto utile ma va ad impattare sulla durata della batteria

Una delle più grandi (ed apprezzate) differenze con Amazfit Verge è sicuramente l’impermeabilità, che nel modello GTR è di 5 ATM. Finalmente nessun limite ad attività sportive acquiatiche anche con immersioni prolungate.

Questo significa che ci si potrà immergere fino a 50 m di profondità ed utilizzare l’orologio anche in piscina per le sessioni di nuoto.

back to menu ↑

Software e funzioni

Il software montato è quello proprietario di Amazfit che, dalla versione 1.3.3.06 dispone anche della lingua italiana. Purtroppo è un SO che non permette modding, speriamo qualcosa possa arrivare in futuro.

Il punto debole del software è senz’altro da ricercare nella traduzione,  un po’ grossolana e spesso confusionaria.

La navigazione all’interno dello smartwatch è invece abbastanza intuitiva. Per esempio, con lo swipe verso l’alto si accede al menu principale, mentre verso destra si accede alla panoramica relativa a battiti, passi, calorie. Non è possibile personalizzare le schermate presenti nella schermata principale, mentre con un tap prolungato sulla home è possibile impostare le watchface.

Tramite i pulsanti fisici è invece possibile accedere alle app/funzioni.

Purtroppo, la reattività non è sempre delle migliori, ma è il prezzo da pagare per un’autonomia della batteria sicuramente tra le migliori in commercio.

Buona la risposta dell’attivazione del display al ruotare del polso. Infatti, l’orologio riesce sempre a rilevare il movimento, anche se è necessaria una rotazione del polso piuttosto ampia.

back to menu ↑

Sport  e sensori

Il comparto sportivo è sicuramente uno degli aspetti più interessanti di Amazfit GTR. Infatti ci troviamo davanti a quello che è meglio definire sportwatch piuttosto che smartwatch

Le modalità di allenamento disponibili sono 12,, ossia:

  • Corsa
  • Tapis-roulant
  • Ciclismo
  • Cyclette
  • Camminata
  • Nuoto in piscina
  • Nuoto outdoor
  • Ellittica
  • Alpinismo
  • Corsa su sci
  • Sollevamento pesi

Ovviamente è possibile monitorare i dati degli allenamenti tramite i classici dati come frequenza cardiaca, calorie bruciate, passi/distanza percorsa, ed è anche possibile visualizzare informazioni utili come pendenza, altitudine, pressione atmosferica (grazie al sensore dedicato), ecc..

Amazfit GTR è probabilmente lo smartwatch sotto i 200€ con il maggior numero di sensori, tutti di ottimo livello.

E’ infatti dotato di un sensore biometrico (PPG BioTracker TM) in grado di tracciare con buona precisione la frequenza cardiaca. Si tratta sempre di una misurazione non paragonabile a quella di device dedicati, ma il livello di precisione è buono nella media.

Molto buona ed accurata anche la registrazione delle attività quotidiane (passi, calorie, ecc.).

Troviamo inoltre il sensore per la pressione atmosferica, che consente una consultazione puntuale della situazione meteo, feature comoda soprattutto per coloro che amano escursionismo, trekking ed attività all’aria aperta.

Non bene il GPS, non è sempre efficace, soprattutto se sono presenti edifici o barriere alte e può richiedere alcuni minuti (e spazi aperti) per allacciarsi correttamente al satellite. Ho notato inoltre una differenza tra il 42 mm che impiega circa 30 secondi ad agganciare contro i 2 minuti della versione da 47mm. Peccato.

back to menu ↑

Gestione notifiche

Passiamo ora a uno dei punti deboli dello sportwatch Amazfit, ossia la gestione delle notifiche dello smartphone.

Da questo punto di vista, possiamo affermare che Amazfit GTR ha ancora un po’ di strada da fare.

Infatti, è possibile visualizzare le notifiche solo nel momento della ricezione (dopo alcuni secondi scompaiono ed è necessario aprire la sezione dedicata nel menu).

In aggiunta, non è possibile rispondere ai messaggi direttamente dall’orologio, né con le emoji né con assistente vocale.

Peccato, perché ritengo questa feature quella che contraddistingue un vero smartwatch rispetto a uno sportwatch/fitness tracker.

Infine, microfono ed altoparlante non sono presenti. Dunque, non è possibile rispondere direttamente alle chiamate o ascoltare messaggi vocali/musica direttamente dall’orologio. Manca inoltre la possibilità di caricare dei brani musicali o di installare ulteriori app tramite uno store dedicato. E’ possibile solo controllare la musica in esecuzione sul vostro smartphone.

Altre funzioni

Oltre alla funzionalità core viste nelle righe precedenti, Amazfit GTR offre una serie di altre funzionalità tra cui:

  • Regolazione manuale luminosità
  • Meteo
  • Timer e cronometro
  • Gestione musica smartphone
  • Trova telefono
back to menu ↑

App AmazFit

L’app AmazFit è la stessa di altri modelli di casa Huami, come il Verge, il Bip ed il Verge Lite. Purtroppo non è possibile utilizzare Mi Fit, sarebbe stato un plus per tenere unito l’ecosistema della famiglia Xiaomi.

Buono il livello di dettaglio e di personalizzazione, come la possibilità di poter scegliere fra diverse watchfaces disponibili, la possibilità di impostare le app da notificare, gli aggiornamenti SW dello smartwatch e ovviamente tutta la gestione dello storico delle attività, del battito cardiaco, record, obiettivi, ecc.

back to menu ↑

Autonomia

Sicuramente il fiore all’occhiello di Amazfit è l’autonomia della batteria.

Sul modello da 47mm (con batteria da410mAh) posso confermare la stima di un mese di utilizzo continuativo e “normale” dello smartwatch (quindi con poco utilizzo del GPS, notifiche e rilevamento battito non continuo), la durata cala a circa 15 giorni con la versione da 42mm (che monta una batteria da 195 mAh)

Dunque, parliamo della consultazione dei vari parametri e dati disponibili, utilizzo delle funzionalità sportive, attivazione del GPS quando necessario, lettura delle notifiche, ecc.

Una durata della batteria davvero eccellente, soprattutto considerando il livello di utilizzo che si può fare del dispositivo che, se utilizzato scollgato dallo smartphone e some orologio classico, può arrivare anche a più di 70 giorni di autonomia!

Ovviamente la durata della batteria si riduce drasticamente se si tiene il GPS sempre attivo o l’always on display.

back to menu ↑

Amazfit GTR: dove acquistare

Quanto costa Amazfit Verge? Il nuovo orologio di casa Huami è acquistabile in Italia ad un prezzo di 149€ sul sito ufficiale, nella la versione 47 mm, e 129€ per il formato 42 mm. Ovviamente si può trovare a meno (anche molto meno) sui siti di importazione come Gearbest o Banggood.

Scopri i nuovi coupon e le offerte su Telegram!

Vuoi saperne di più? Parlane con noi!

Iscriviti al gruppo Telegram!

Iscriviti al Canale e non perdere nemmeno un’offerta

7.5 Total Score
Bello elegante e leggero ma le notifiche...

Amazfit GTR è uno sportwatch bello, leggero, comodo da usare e completo. La componente sportiva è ottima e super completa, è impermeabile 5ATM ed ha una batteria invidiabile che dura fino ad un mese. Purtroppo la componente smart è ancora limitata come sui suoi predecessori: non è possibile interagire con le notifiche in nessun modo e non è possibile installare app o estenderne le funzionalità. Da migliorare anche il GPS, un po' lento.

Design
8.5
Display
8
Sport
8
Smart
6.5
Software
7
PROS
  • Batteria
  • Design e vestibilità
  • Impermeabilità
  • Display
CONS
  • GPS
  • Gestione notifiche

Mi chiamo Francesco ma sul web sono presente da sempre con lo stupido nickname "carburano" (acronimo di Carmine Burano). Nella vita virtuale sono un geek appassionato di modding Android (in passato ho realizzato ROM, Kernel e altre cosine del genere) e dell'ecosistema Xiaomi, nella vita reale invece mi occupo di affiliate marketing, email marketing, e-learning, di SEO e sono una persona che crede ancora nell'ideologia e nel rock'n'roll!

TrovaPromozioni

Send this to a friend