Best seller

Recensione Mi Mix 2 con ROM Global, senza bordi e con pochi compromessi

Sponsor

Lo Xiaomi Mi Mix 2 con ROM Global non è più un prototipo ed ha anche la banda 20!!

Arriva Xiaomi Mi Mix 2! Dopo l’innovativo esperimento del primo Mi Mix, che ha fatto innamorare il mondo dei device borderless e che ha dato il via alla moda della rimozione delle cornici, Xiaomi presenta il secondo modello, questa volta meno prototipo e più concreto, con qualche compromesso estetico ma molta maturità in più.

Recensione Xiaomi Mi Mix 2

TrovaPromozioni.it

Packaging

Molto Elegante. Convezione Nera con scritte dorate e un po’ di cura in più rispetto agli altri smartphone Xiaomi, nella confezione troviamo: Lo Smartphone, un cavo USB-USB Type C, un caricabatterie Quick Charge 3.0 con presa americana, una comodissima cover in plastica rigida ma gommata nero-fumè, i foglietti illustrativi, il pin per rimuovere il carrello per le SIM e l’adattatore Type-C Jack da 3,5 mm. Si, perchè anche Mi Mix 2 non ha il Jack da 3,5 mm. Vi odio.

back to menu ↑

Design ed ergonomia

Stupendo. Anche se meno estremo del Mi Mix dello scorso anno, il telefono è davvero bello ed elegante. Cornici ridotte ma non troppo (forse anche un pelino più di mi 6 sui bordi laterali) che lasciano spazio sulla parte superiore ad una vera e propria capsula auricolare. Bordo in alluminio spazzolato che ne favorisce il grip e che si fonde con il retro in ceramica nera che è davvero il fiore all’occhiello di questo device: bellissimo da vedere e toccare. Peccato la ceramica lo renda scivolosissimo e fragile (ma per fortuna c’è la cover in dotazione).

Bellissima sul retro anche la finitura in oro della fotocamera (leggermente sporgente) e il sensore delle impronte, della stessa dimensione e leggermente incavato.

Tutta questa bellezza non litiga nemmeno con l’ergonomia. Le dimensioni (151.8 x 75.5 x 7.7 mm) non sono affatto eccessive, anzi… l’ingombro è pari a quello di uno smartphone da 5,5 pollici anche se Mi Mix 2 monta un display da 6 pollici (5,99 per la precisione)!

Sul bordo inferiore della parte frontale invece troviamo il sensore di luminosità, quello di prossimità a ultrasuoni, un LED di notifica purtroppo non RGB e la scomoda fotocamera per i selfie.

Sulla cornice in metallo troviamo: sul lato destro il bilanciere del volume e il tasto on/off, sul lato sinistro solo il carrellino per le due Nano SIM (non supporta MicroSD), sul lato superiore il microfono per la riduzione dei fruscii, sul lato inferiore il microfono principale, lo speaker principale e la Type C 3.0. E il Jack? Ve l’ho detto anche prima, non c’è nemmeno qui.

back to menu ↑

Hardware

Lo Xiaomi Mi Mix 2 è un vero top di gamma: CPU Qualcomm Snapdragon 835, octa-core 64 bit con processo produttivo a 10nm con frequenza massima di 2,45 GHz, GPU Adreno 540, 6 GB di RAM  LPDDR4 e 64, 128 GB o 256 GB di memoria interna UFS 2.1 non espandibile. Completano la scheda tecnica la fotocamera posteriore, una con Sensore Sony IMX386 da 12 mpx con apertura f/2, stabilizzata con OIS a 4 assi e capace di registrare anche video 4K e la camera frontale che  monta un sensore Ominivision da 5mpx.

Non mancano tutti i sensori possibili e immaginabili (ben 46, compresi quello di pressione e un magnetometro).

La connettività è completa (FINALMENTE!) grazie a WiFi AC, GPS (A-GPS, Glonass e BDS), LTE con Banda 20 e Carrier Aggregation, Bluetooth 5.0 ed NFC. Mancano la radio FM e il sensore a infrarossi (che normalmente Xiaomi inserisce sempre, peccato).

Il telefono si ricarica tramite la porta USB Type C e il suo caricabatterie compatibile Quick Charge 3.0.

Il comparto audio è gestito dal DAC integrato nella piattaforma Snapdragon 835 e permette la fruizione dell’audio “stereo” tramite l’altoparlante posto sul fondo e la capsula auricolare come secondo canale.

Concludono la panoramica un precisissimo e velocissimo sensore di impronte posto sulla parte posteriore e una batteria da 3400mAh.

SCHEDA TECNICA

  • Schermo da 5.99 pollici (2160 x 1080 pixels) con rapporto 18:9, 460 nits luminosità 
  • CPU Octa-Core Snapdragon 835 64-bit Adreno 540 GPU
  • 6GB LPDDR4 RAM / 64GB oppure 128 oppure 256GB (UFS 2.1) internal storage 
  • Android 7.1.1 (Nougat) with MIUI
  • Dual SIM (nano + nano)
  • Fotocamera posteriore da 12MPcon flash LED dual tone, OIS, registrazione video 4K
  • Camera anteriore da 5MP
  • Banda 20, Carrier Aggregation per LTE Plus, 4G VoLTE, WiFi 802.11ac dual-band (MU-MIMO ), Bluetooth 5.0, GPS/GLONASS/Beidou, NFC, USB Type-C – 
  • Batteria da 3400 mAh
  • Dimensioni 151.8 x 75.5 x 7.7mm
back to menu ↑

Schermo

Lo schermo è un IPS con diagonale da 5,99 pollici, risoluzione FullHD+ (ossia 2160 x 1080)una ottima luminosità, buona visibilità sotto la luce del sole e angoli di visione molto buoni.

La fedeltà cromatica e l’ottima luminosità mi fanno senz’altro decretare lo schermo del Mi Mix 2 come il migliore che io abbia visto fino ad ora su uno Xiaomi.

Ottima la gestione della luminosità automatica, sempre reattiva ed eccellente il trattamento olefobico del vetro anteriore (Gorilla Glass 4)!

Il touch non perde un colpo ed è molto sensibile, con nessun effetto ghosting e nessuna latenza.

back to menu ↑

Audio

Il comparto audio è molto simile a quello visto su Mi6, sia per qualità che per scelta tecnica. L’audio multimediale è erogato dai due speaker integrati e risulta corposo e con una qualità sopra la media anche se il volume non è tra i più alti. Discreto invece per il vivavoce dove lo speaker attivo sarà solo quello mono posto sulla parte inferiore dello smartphone.

L’audio in chiamata è cristallino e di ottima qualità

In cuffia, come per tutti gli smartphone con Snapdragon 825, il risultato è più che soddisfacente: il DAC integrato nel SOC ha un’amplificazione notevole e la qualità ne giova non poco. Davvero un peccato dover utilizzare un adattatore per collegare le cuffie cablate. L’adattatore oltre a essere brutto da vedere è sinceramente scomodo essendo la porta Type C al centro del device e può dare qualche fastidio quando si ha il device in tasca.

Lo riepto: per me la scelta della rimozione del Jack è assolutamente insensata. Ma voi direte: tanto ci sono le cuffie Bluetooth!

E anche qui Mi Mix 2 non completa l’opera: manca il supporto al codec AptX. Insomma, mi sarei aspettato almeno la migliore tecnologia per l’audio via Bluetooth. Peccato.

Manca la Radio FM (che invece è presente nei medio gamma, mah).

back to menu ↑

Ricezione e rete

Il Mi6 è un device Dual Sim Dual Standby con due slot Nano SIM con supporto alle reti LTE con supporto al 4G+ grazie all’attivazione della carrier Aggregation (la tecnologia che permette, tramite l’utilizzo contemporaneo di più bande, di avere una maggiore banda in 4G).

Finalmente è presente la banda 20 LTE (e non solo) e potremo usare lo smartphone con qualunque operatore e senza patemi.

La ricezione è davvero ottima e non ho notato nessun tipo di problema, davvero di ottimo livello.

Il Wifi supporta il recente standard AC Dual Band, con ottime prestazioni, ottima anche la copertura.

Novità il Bluetooth 5.0 raddoppia l’ampiezza di banda e incrementa di 8 volte la copertura, occorrerò aspettare però Android Oreo e i device con supporto al nuovo protocollo, per poter sfruttare tale innovazione.

4G+

 

WIFI

back to menu ↑

Fotocamera

Quest’anno Xiaomi si sta finalmente impegnando anche con le fotocamere e qui troviamo la stessa scelta fatta su Mi6 o forse meglio dire Mi Max 2, ossia una fotocamera con Sensore Sony IMX386 da 12 Mpx con apertura f/2, stabilizzata con OIS  a 4 assi e capace di registrare anche video 4K.

Il sensore è valido e offre ottimi scatti in diurna, con un buon dettaglio, anche se non a livello dello Xiaomi Mi6 a causa di lenti diverse (secondo me è davvero la stessa cam montata su Mi Max 2).

Non sono male nemmeno le foto in notturna. Le foto in condizioni di scarsa luminosità non sono eccellenti ma giovano della presenza dello stabilizzatore ottico: i dettagli non sono il massimo ma sono comunque scatti accettabili, ovviamente non paragonabili a nessuno dei competitor top di gamma.

La MIUI ha una buona gestione SW anche della modalità manuale della fotocamera, ma va segnalata la mancata compatibilià con le API Camera 2.0 di Android, quindi niente impostazioni manuali con app di terze parti.

SCARICA LE FOTO NON COMPRESSE

I video stabilizzati con OIS a 4 assi sono buoni ma anche qui si può migliorare, a volte sembrano leggermente scattosi. Qui Xiaomi ha molto da lavorare.

La camera frontale invece monta un sensore Omnivision da 5 Mpx che offre scatti davvero deludenti, anche in buone condizioni di luminosità. Inoltre il posizionamento della fotocamera rende anche un po’ complicato fare dei selfie al volo (occorre ruotare il telefono).

back to menu ↑

Software e prestazioni

Lo Xiaomi Mi Mix 2 che ho utilizzato per la recensione ci è stato fornito da Gearbest (che ringrazio) ed è giunto tra le mie mani con la ROM Stock China ufficiale (finalmente non una ROM farlocca), ma ho provveduto subito ad installare la ROM Global MIUI 8.5.1.0 ufficiale basata su Android 7.1.1 Nougat con lingua italiana e servizi Google già presenti. Purtroppo non si tratta ancora della MIUI 9, chi volesse provare la versione preliminare può procedere con l’installazione della ROM global per sviluppatori.

 

Grazie ai 6 GB di RAM, il multitasking è davvero appagante e, dopo aver disabilitato i vari risparmi energetici, sarà dura far ricaricare un’app in memoria.

Purtroppo però va segnalato che oramai la MIUI ha perso molto terreno lato innovazioni e usabilità rispetto ad Android Stock (o quello personalizzato da altri produttori). Lo ripeterò fino alla morte: su un device con Android Nougat, non mi pare il massimo avere una gestione delle notifiche castrata, sia da un punto di vista funzionale, dato che necessita di qualche accorgimento di troppo per fare in modo che tutte le app vengano notificate in tempo reale (ossia disabilitazione del risparmio energetico della singola app, abilitazione dei permessi e avvio automatico), sia dal punto di vista di User Experience: la lettura e la gestione non è in linea con le linee guida di Android. Le notifiche sono infatti separate, per espanderle occorre fare lo swipe con due dita, l’interazione è meno immediata (almeno per chi è abituato ad Android stock) e non è possibile rispondere dalle notifiche. Quasi inutili le notifiche nella Lock screen, nemmeno espandibili.

NOTA: Nella Global per sviluppatori è stato introdotto il nuovo sistema di notifiche più moderno e quasi coerente con quanto definito dalle linee guida Android. FINALMENTE.

Manca anche la possibilità di cambiare i DPI dello schermo, mancano le API camera 2… insomma… la MIUI per me è oramai un po’ anacronistica.

Nonostante questi due nei, l’esperienza è davvero appagante e sempre fluida. Il dispositivo è molto reattivo, merito anche delle velocissime memorie UFS 2.1 (che superano i 700MB/s in lettura e i 185 MB/s in scrittura) e ad una piattaforma HW che non è seconda a nessuno.

Inutile dire che anche il gaming su un HW così potente sia un operazione che Mi Mix 2 porta a termine con semplicità e senza sforzo. Il terminale non scalda mai.

Ottimo anche il lettore di impronte, sempre veloce e preciso, anche se preferisco i device che lo montano sulla parte frontale.

back to menu ↑

Batteria

La batteria da 3400 mAh permette di portare agevolmente “a casa” la giornata di utilizzo anche se ho notato prestazioni discordanti durante queste due settimane di utilizzo, probabilmente a causa di un software ancora da ottimizzare.

In media, con il mio utilizzo standard (che prevede molte app social sempre attive con notifiche, bluetooth sempre attivo, tanto Telegram e Whatsapp, tante email e parecchie chiamate), si fanno 5 ore di schermo con un’autonomia residua del 20% che per me è è un risultato di tutto rispetto, anche se conoscendo Xiaomi mi sarei aspettato qualcosa in più. Probabilmente con la MIUI 9 le cose miglioreranno ancora.

 

back to menu ↑

Conclusioni

Lo Xiaomi Mi Mix 2 non è più solo un concept. Quest’anno Xiaomi ha deciso di rilasciare un vero e proprio Top di gamma alla pari con la concorrenza e lo ha fatto rimuovendo gli estremismi estetici del primo modello e introducendo concretezza, usabilità e features complete per il mercato globale.

Il risultato è uno smartphone piacevolissimo da usare, compatto ma con uno schermo da 6 pollici, veloce, ottimizzato e che vede nei punti deboli una fotocamera un po’ in difficoltà al calar del sole, la mancanza del Jack da 3,5 mm e probabilmente la presenza di un firmware, la MIUI, oramai sempre meno al passo coi tempi rispetto alle altre personalizzazioni Android.

Il suo costo, su Gearbest, è di circa 410€ per la versione da 64GB e questo lo rende già una scelta assolutamente sostenibile per la maggior parte degli utenti, anche se in questa fascia di prezzo va a scontrarsi con alcuni competitor ufficialmente venduti sul nostro mercato.

Recensione Xiaomi Mi Mix 2

TrovaPromozioni.it

back to menu ↑

Dove Acquistare

Scopri i coupon di Mi Mix 2 su Telegram!

Vuoi saperne di più? Parlane con noi!

Iscriviti al gruppo Telegram!

Iscriviti al Canale e non perdere nemmeno un’offerta

8.5 Total Score
Meno estremo, più concreto

Lo Xiaomi Mi Mix 2 non è più solo un concept. Quest'anno Xiaomi ha deciso di rilasciare un vero e proprio Top di gamma alla pari con la concorrenza e lo ha fatto rimuovendo gli estremismi estetici del primo modello e introducendo concretezza, usabilità e features complete per il mercato globale. Il risultato è uno smartphone piacevolissimo da usare, compatto ma con uno schermo da 6 pollici, veloce, ottimizzato e che vede nei punti deboli una fotocamera un po' in difficoltà al calar del sole, la mancanza del Jack da 3,5 mm e probabilmente la presenza di un firmware, la MIUI, oramai sempre meno al passo coi tempi rispetto alle altre personalizzazioni Android. Il suo costo, su Gearbest, è di circa 450€ per la versione da 64GB e questo lo rende già una scelta assolutamente sostenibile per la maggior parte degli utenti, anche se in questa fascia di prezzo va a scontrarsi con alcuni competitor ufficialmente venduti sul nostro mercato.

Design
9.5
Hardware
9
Schermo
9
Audio
8.5
Ricezione e rete
9
Fotocamera e Video
7
Software
7.5
Autonomia
8.5
PROS
  • Ottima costruzione e design
  • Banda 20 e Carrier Aggregation (4G+)
  • Ottima piattaforma HW
  • Audio Molto Buono
  • Batteria buona
  • Buone foto diurne
CONS
  • Mancanza Jack da 3,5
  • Foto in condizioni di scarsa luminosità non all'altezza
  • La MIUI è un po' fuori dal tempo
  • Led Notifica solo Bianco

Mi chiamo Francesco ma sul web sono presente da sempre con lo stupido nickname "carburano" (acronimo di Carmine Burano). Nella vita virtuale sono un geek appassionato di modding Android (in passato ho realizzato ROM, Kernel e altre cosine del genere) e dell'ecosistema Xiaomi, nella vita reale invece mi occupo di affiliate markting, email marketing, e-learning, di SEO e sono una persona che crede ancora nell'ideologia e nel rock'n'roll!

TrovaPromozioni

Send this to a friend